Chirurgia genitale femminile, la chirurgia più intima per le donne

La chirurgia genitale femminile è un argomento che, lontano dagli antichi tabù, possiamo parlare apertamente, poiché sono molte le donne che hanno problemi con l’aspetto e la funzionalità dei loro genitali. E questo disagio influenza sia il tuo benessere fisico che emotivo. Ecco perché abbiamo preparato questo post in cui puoi rispondere alle tue domande sulla chirurgia genitale femminile.

Quali sono i problemi più comuni che le donne chiedono riguardo alla chirurgia genitale?
Molte donne non sono in grado di godere appieno della propria sessualità a causa di alcune deformità, congenite o acquisite. Ciò causa loro disagio, dolore, infezioni, complessi, problemi di igiene e autostima quando affrontano sia le loro relazioni più intime sia la loro quotidianità. Alcuni anni fa, queste preoccupazioni sono state discusse solo con gli amici più cari, ma oggi hanno una soluzione e ci sono specialisti che possono aiutarci a risolvere questi problemi.

Le domande più comuni sulla chirurgia genitale femminile includono labbra allargate (sia minori, piccole labbra e maggiore) e clitoride, rilassamento della vagina, perdita del tono muscolare nell’area genitale o perdita di urina di conseguenza di uno sforzo.

Labiaplastica: la dimensione delle labbra

Non esiste un modello standard di genitali femminili, ma quando le piccole labbra o le piccole labbra sono ipertrofiche, sono “cadute” o sono visibilmente asimmetriche per ragioni congenite o per altri tipi di problemi, questo porta a disagio, problemi di igiene e funzionali una maggiore incidenza di infezioni. L’intervento chirurgico in grado di correggerlo si chiama riduzione della labiaplastica ed è il più richiesto nell’ambito della specialità della chirurgia genitale femminile.

Il caso più comune è l’ipertrofia delle piccole labbra, cioè quando sporgono dalle grandi labbra. In questi casi, la parte della mucosa esposta perde sensibilità e può diventare “indurita”. Questo tessuto “residuo” tende a disturbare principalmente durante il rapporto sessuale, ma anche in altre attività nella vita sociale e intima del paziente.

Nel caso delle grandi labbra, l’intervento chirurgico consiste nel resettare strategicamente le grandi labbra e parte del grasso che contengono in questo modo, diventano di dimensioni tali da non causare disagio al paziente. Nel caso delle piccole labbra, l’intervento consiste nel rimuovere l’eccesso di piccole labbra per nasconderlo e proteggerlo dalle grandi labbra.

La chirurgia di labiaplastica riduttiva viene eseguita con anestesia e sedazione locali e in regime ambulatoriale. Circa un mese dopo, la paziente può ricominciare la sua vita sessuale.

Clitoroplastica: ipertrofia del clitoride

Molte volte la dimensione eccessiva delle labbra, sia più grande che più piccola, è associata a una dimensione eccessiva del clitoride o del suo cappuccio.

La clitoroplastica è l’intervento chirurgico che di solito viene eseguito quando vi è un’ipertrofia del clitoride, cioè un allargamento esterno del clitoride, che appare come un mini-pene, come conseguenza, nella maggior parte dei casi, di uno squilibrio ormonale tra estrogeni e testosterone.
Il clitoride ipertrofico è estremamente fastidioso per la donna che ne soffre, soprattutto perché di solito trasforma i rapporti sessuali in un incontro doloroso sia fisicamente che psicologicamente, motivo per cui molte volte le donne che ne soffrono preferiscono rinunciare a una vita sessuale completa.

Il trattamento consiste nel nascondere il clitoride nella sua cavità naturale, fare un piccolo taglio attorno alla corona e piegarlo, lasciandolo in una posizione più alta e più invaginato, “fissandolo” in modo che non cada di nuovo. Questa anomalia si verifica raramente in modo isolato ed è molto più comune essere associata ad altri interventi di chirurgia genitale, motivo per cui di solito è associata a labiaplastica in oltre il 95% dei casi.

È una procedura ambulatoriale in anestesia locale con o senza sedazione, quindi la paziente può tornare a casa lo stesso giorno dell’intervento, ma dovrà aspettare circa due mesi prima di avere nuovamente rapporti sessuali.

Lifting genitale per un’eccessiva flaccidità

La flaccidità colpisce tutta la pelle come conseguenza dell’invecchiamento, ma quando colpisce eccessivamente i genitali esterni (grandi labbra e pube), può portare a rilassamento del pube e delle grandi labbra a causa dell’eccesso di pelle nella zona. Oltre a influire sull’autostima di una donna, può mettere a disagio le sue relazioni sessuali e limitare la sua vita sociale. In questi casi, il trattamento consiste in un intervento chirurgico noto come lifting genitale che stringe la pelle attraverso un’incisione e rimuove la pelle in eccesso. L’intervento dura circa 45 minuti, è ambulatoriale e può essere eseguito in anestesia locale e sedazione, a meno che non sia combinato con altri interventi chirurgici.

Perdita di tono della muscolatura genitale
La perdita di tono può essere causata da una reale perdita di tono muscolare, nel qual caso sono indicati i trattamenti di fisioterapia del pavimento pelvico, o da una rottura o allungamento della muscolatura causata da parto o episiotomie, ad esempio. In questi casi il trattamento ideale è la perineoplastica o il restringimento vaginale a seconda di dove si trova questa routine.

Il restringimento vaginale viene di solito eseguito nelle donne che, dopo nascite multiple, sperimentano un allargamento o uno spostamento della cavità, che può causare disagio e relazioni intime insoddisfacenti, sia per la donna che per il suo partner. La riduzione dei muscoli vaginali viene eseguita per migliorare il tono e l’elasticità dei muscoli.

La perineoplastica è la tecnica che corregge la lassità del perineo che gli esercizi del pavimento pelvico non sono stati in grado di migliorare. È un breve intervento, che di solito viene eseguito in anestesia locale con sedazione. Questa operazione consiste nel richiudere i muscoli del perineo, ripristinando così l’elasticità e la funzione originale di quest’area. Nella maggior parte dei casi, la perineoplastica è associata al restringimento dell’ingresso nella vagina. Il recupero è di solito semplice e veloce, ma finché dura la paziente, non dovrebbe aumentare di peso o fare sforzi fisici. Dopo circa un mese, il paziente può riprendere i rapporti sessuali.

Liposcultura del Monte di Venere

Il problema principale del monte di Venere è il rigonfiamento di quest’area, sia per una naturale predisposizione del paziente sia per aver subito una significativa perdita di peso dopo l’obesità. Questa circostanza è solitamente associata alla caduta dell’area genitale, che è spesso associata a un sollevamento genitale.
Tuttavia, se c’è solo un rigonfiamento eccessivo, la soluzione passa attraverso una liposuzione del pube o una riduzione del tessuto adiposo del Monte di Venere. Questo intervento chirurgico è indicato nelle donne che hanno un eccesso di grasso in quella zona, mostrando un pube gonfio che di solito produce un evidente disagio quando si svolgono determinate attività sociali o indossano determinati tipi di abbigliamento (come costumi da bagno, pantaloncini, abiti leggeri …). L’intervento di solito dura da 30 minuti a un’ora; Di solito viene eseguito in anestesia locale più sedazione, a meno che non sia concordato con un altro tipo di intervento chirurgico.

Acido ialuronico per secchezza vaginale

La secchezza vaginale è un problema che colpisce la vita sessuale di molte donne, specialmente dopo la menopausa. E sebbene abbia la sua origine in molti fattori metabolici, può anche essere causato da alcuni tipi di malattie, come il diabete. In questi casi, l’azione principale è la stabilizzazione di detto problema di salute.

 

Ma può anche essere qualcosa di normale nella persona, cioè che non vi è alcuna malattia dietro nonostante sia una giovane donna o può essere causata dall’età e dall’atrofia che comporta. In questi due casi, ci sono diversi trattamenti. La prima cosa da tenere a mente sono i lubrificanti e le creme arricchite per migliorare l’epitelio della mucosa vaginale. Ma se questa procedura topica non ha funzionato, le iniezioni di acido ialuronico o grasso autologo del paziente si sono dimostrate efficaci.

Il turismo medico è in declino?

Il turismo medico è una questione “calda” per molte ragioni, in parte perché è spesso rappresentato da programmi televisivi. Gli spettatori spesso vedono una vacanza perfetta con un intervento chirurgico o le storie dell’orrore di pazienti che lottano dopo una procedura di chirurgia plastica mal riuscita in una clinica all’estero. Questo è il lato oscuro dell’industria del turismo medico.

Si stima che ogni anno oltre 750.000 americani viaggino fuori dagli Stati Uniti per cure sanitarie in luoghi come il Messico, l’India e l’Iran. Si fanno procedure di chirurgia estetica a prezzi stracciati.

AFFARI DEL TURISMO MEDICO

Il turismo medico è un grande affare. Secondo le stime, i consumatori spendono circa 20 miliardi di dollari all’anno per il turismo medico. Anche con quell’interesse significativo, alcuni esperti stanno notando uno spostamento al ribasso. Ci sono pazienti che stanno iniziando a rendersi conto che un intervento chirurgico “più economico” non vale sempre legati ai rischi intrinseci a lungo termine. Alcuni analisti vedono e prevedono un declino nel settore del turismo medico man mano che i consumatori diventano più cauti. Il turismo medico è stato un grosso problema. È ancora un grosso problema.

Pensa che i consumatori stiano iniziando ad ascoltare i problemi di allerta del mondo ufficiale della chirurgia plastica da anni sta consigliando ai consumatori di cercare un chirurgo certificato.

NESSUN INTERVENTO CHIRURGICO

Il turismo medico è attraente per alcuni consumatori perché una procedura di chirurgia plastica può essere meno costosa all’estero – a volte metà del prezzo. Alcuni paesi stanno persino lavorando per attirare i “turisti” del turismo medico con vistosi pacchetti resort per il post operatorio. Anche con tutto lo sfarzo, il glamour e le coccole, è sempre una bene pensare che si tratta di salute.

Ciò che molti consumatori non si rendono conto è che un intervento chirurgico a breve termine a basso costo potrebbe costare molto di più a lungo termine se hanno complicazioni. Non è mai saggio “contrattare” quando si tratta del tuo corpo.

LE INSIDIE ​​DEL TURISMO MEDICO

I sostenitori dell’industria del turismo medico sostengono che il feedback negativo è ingiustificato e esagerato. L’associazione internazionale no profit denominata Medical Tourism Association si oppone all’idea che i consumatori ricevano cure mediche di qualità inferiore all’estero. Un portavoce ritiene che l’assistenza medica all’estero sia buona o possibilmente migliore rispetto al paese di origine di un paziente. Esistono medici di qualità in tutto il mondo , ma gli scettici sottolineano che con la maggior parte del turismo medico i consumatori sono costretti a “prenotare” le procedure online e ciò limita l’interazione con il chirurgo reale.

Criolipolisi

La tecnica di criolipolisi è una terapia non invasiva, che consente la riduzione del tessuto adiposo impiegando il freddo. La criolipolisi si esegue usando una speciale apparecchiatura che consente di agire su aree specifiche del corpo e controlla il meccanismo di raffreddamento cellulare per attivare la lipolisi.  Nelle settimane successive al trattamento, le porzioni di tessuto adiposo progressivamente vengono eliminate per via fisiologica (sistema linfatico, canale gastroenterico e via epatica) e lo spessore del pannicolo adiposo si riduce. La procedura di criolipolisi non è dolorosa e consente di riprendere immediatamente le attività quotidiane.

Continue reading “Criolipolisi”

Cicatrici e cheloidi

Ogni volta che la pelle viene tagliata o danneggiata per tutto il suo spessore, guarirà con una cicatrice. Alcune persone creano naturalmente delle cicatrici migliori di altre. Non possiamo prevederlo con precisione, ma in generale siamo consapevoli che i pazienti con una pelle nera e all’estremità opposta dello spettro di pazienti con cute lentigginosa e capelli rossi tendono a produrre cicatrici scadenti tra cui cicatrici ipertrofiche e cheloidi. Continue reading “Cicatrici e cheloidi”

Cos’è veramente la cellulite?

Essendo che il tema cellulite è un tema molto dibattuto e che desta molte curiosità tra le donne, abbiamo voluto trovare informazioni molto autorevoli per chierire una volta per tutte cosa sia questa benedetta cellulite. Abbiamo preso come fonte l’Istituto Superiore della Sanità per non ascoltare altre fonti che comunque possano essere interessate a vendere qualche prodotto curativo. Continue reading “Cos’è veramente la cellulite?”

10 consigli per la tua chirurgia estetica

N. 1 Scopri la procedura desiderata.

Prima di partecipare all’appuntamento di valutazione è importante informarsi sulla procedura che si intende eseguire, è necessario consultare: Dove verrà eseguita l’operazione? Qual è la procedura? Quale tipo di anestesia è necessario ( regolarmente in chirurgia plastica anestesia generale viene usato)?, Che la cura dovrebbe avere prima, durante e dopo i tipi di complicazioni?, che cosa hai intenzione di bisogno di attrezzi post-operatorio?, hai bisogno di droghe?, etc. Continue reading “10 consigli per la tua chirurgia estetica”

Perché l’aumento di seno è più sicuro che mai?

L’industria della chirurgia estetica ha registrato grandi progressi negli ultimi anni e i suoi risultati si esprimono in questo modo. Il miglioramento delle tecniche , nuove risorse e specializzazione in relazione a questa attività ci hanno portato ad un momento in cui l’aumento del seno è più sicuro che mai. Presta attenzione ai seguenti punti e scopri quali sono i progressi che potresti incontrare in futuro. Continue reading “Perché l’aumento di seno è più sicuro che mai?”

Diminuire o eliminare le rughe sulla fronte: cosa fare?

Le rughe sono parte di un settore molto importante per problemi estetici. Molte persone hanno rughe sul loro volto e sono alla ricerca di una soluzione efficace per prevenirli o combatterli.

Uno dei casi più ricorrenti è la comparsa di rughe sulla fronte, uno spazio estremamente colorato che genera in alcuni casi un enorme disagio. Questo è il motivo per cui vogliamo darti alcuni consigli che ti aiuteranno a evitare il loro aspetto e, nel caso in cui siano già presenti, come mitigare la loro presenza. Continue reading “Diminuire o eliminare le rughe sulla fronte: cosa fare?”

Trapianto capelli calvizie femminile

Il trapianto di capelli nelle donne è una soluzione molto efficace e permanente per risolvere il problema della calvizie femminile.
In genere si tratta di un intervento eseguito maggiormente dal genere maschile, ma negli ultimi anni vi è una crescente domanda anche tra le donne, in particolare dai 35-40 anni di età. Il 40% delle donne infatti soffre di qualche forma di alopecia femminile nel corso della propria vita.
L’alopecia androgenetica femminile, è caratterizzata da una distribuzione del diradamento differente rispetto alla alopecia negli uomini. Di solito si manifesta come un assottigliamento generalizzato dei capelli, senza provocare la comparsa di ampie aree completamente prive di capelli. Continue reading “Trapianto capelli calvizie femminile”

Correggere le orecchie a sventola con l’otoplastica

L’otoplastica è una procedura di chirurgia plastica che rimodella l’orecchio per conferirgli una conformazione estetica più gradevole. Questo intervento permette di riposizionare chirurgicamente le cosiddette “orecchie a sventola”, cioè le orecchie molto sporgenti posizionandole in modo che siano più attaccate alla testa, con una piega maggiore. Pertanto, l’otoplastica consente di dare armonia tra orecchie e testa, oppure ridurre le dimensioni di orecchie grandi, o ridefinire il lobo.
Le orecchie dopo i 4 anni sono già completamente sviluppate, di conseguenza già dai 4-6 anni si può eseguire questa operazione. Se questo difetto estetico è evidente ed interferisce con la loro autostima e lo sviluppo sociale, è consigliabile sottoporre all’intervento i bambini che presentano questo inestetismo il prima possibile. Continue reading “Correggere le orecchie a sventola con l’otoplastica”