Dopo una significativa perdita di peso è comune che vi siano aree del corpo, come le braccia, che mostrano una marcata flaccidità e rilassamento. Questo preoccupa molti pazienti, specialmente il sesso femminile. Il lifting delle braccia 0 brachioplastica offre un miglioramento dell’immagine e una conseguente maggiore autostima. Il sollevamento del braccio è una tecnica chirurgica volta a migliorare l’aspetto degli arti superiori mediante resezione del grasso dermico in eccesso all’interno di entrambe le braccia al fine di ottenere braccia stilizzate e armoniche con il corpo.

In cosa consiste l’intervento di lifting delle braccia?

Durante la consultazione iniziale, il chirurgo valuterà vari aspetti come come la tipologia di grasso presente sulle braccia, il grado di rilassamento cutaneo, la qualità della pelle, la capacità di retrazione e, naturalmente, lo stato di salute del paziente (malattie adiuvanti, assunzione di farmaci, allergie, fumo …). È anche il momento in cui il paziente deve esporre quali sono le sue aspettative per questo intervento in modo sincero. Il chirurgo determinerà se il paziente è un buon candidato per la brachioplastica e spiegherà al paziente tutto ciò che è correlato al preoperatorio così come all’intervento chirurgico e il post-operatorio.

Esistono due tipi di Brachioplastica o sollevamento del braccio:

  • Brachioplastica semplice: indicata in pazienti giovani, la cui lassità cutanea è circoscritta solo al lato interno delle braccia.
  • Brachioplastica con estensione ascellare e toracica: per quei casi di pazienti più anziani, che non solo hanno il braccio rilassato, ma anche l’eccesso di pelle che si estende alla zona submammaiae e toracica.

Uno degli effetti negativi di questo intervento chirurgico sono le cicatrici che verranno eseguite sul lato interno delle braccia. Gli esiti cicatriziali miglioreranno nel tempo, tuttavia, a seconda del paziente, potrebbe essere necessario effettuare qualche ritocco della cicatrice. Normalmente l’intervento viene eseguito in sala operatoria con anestesia locale e sedazione. Nella maggior parte dei casi non richiede il ricovero. Dopo l’operazione è importante indossare fasce che facciano pressione sull’area operata per un periodo di 15-20 giorni. Il ritorno alle normali attività è previsto dopo una settimana tenendo presente che per qualche tempo non si è in grado di sollevare pesi. Le cicatrici nei primi 3-6 mesi sono abbastanza evidenti, ma progressivamente diventano più chiare e piatte.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *