L’aumento del seno è attualmente la chirurgia estetica più richiesta. La paziente indicata per l’aumento del seno è colei che ha un seno piccolo o che dopo la gravidanza, l’allattamento o una grande perdita di peso, ha perso volume mammario e vuole recuperare le dimensioni e la forma ritrovando la fiducia in se stesse.
Ottenere seni naturali, belli e sodi è l’obiettivo di questa procedura che deve essere personalizzata secondo ogni donna. La forma e le dimensioni del seno prima dell’intervento di mastoplastica additiva, così come i desideri del paziente, sono fondamentali per decidere la tecnica più adatta ed il tipo di protesi mammarie da inserire.

Mastoplastica additiva: passo dopo passo

Incontro con il chirurgo e esami preoperatori

Prima di sottoporsi all’intervento di mastoplastica addtiva, è necessario un incontro con il chirurgo plastico per vedere quale tipo di procedura chirurgica è meglio per la paziente. In questa occasione il chirurgo spiegherà il programma chirurgico e risponderà ad ogni dubbio. Inoltre, una serie di esami verranno eseguiti prima dell’intervento chirurgico per determinare se la paziente è sana e può sottoporsi all’operazione.

L’incisione

Una volta che la paziente è anestetizzata, si procede con l’incisione. Il chirurgo plastico farà l’incisione nell’area decisa in sede di visita: l’incisione può essere periareolare, sottomammaria o nel solco ascellare. Questa decisione viene presa tenendo conto delle preferenze del paziente e delle sue caratteristiche anatomiche.

Inserimento degli impianti protesici

Una volta eseguita l’incisione, è il momento di scegliere l’impianto. Sebbene in precedenza il chirurgo plastico abbia già spiegato alla paziente quali dimensioni e tipo di protesi utilizzare, fino a quando non si raggiunge questo punto, non è possibile sapere con esattezza quale sia la protesi più appropriata per ciascun caso. L’elasticità della pelle, lo spazio esistente e le caratteristiche anatomiche della paziente svolgono un ruolo essenziale quando si tratta di sapere quale sia la protesi più adatta.
Sola la vasta esperienza del chirurgo, permette una veloce scelta del tipo di protesi da impiantare. Tuttavia, una dimensione maggiore viene sempre portata in sala operatoria e un’altra più piccola rispetto a quella stabilita nella consultazione.

Posizionamento delle protesi

Una volta scelta la dimensione della protesi, il chirurgo avrà la possibilità di inserire la protesi mammaria secondo la posizione scelta.

Tempi di recupero della mastoplastica additiva

Il chirurgo estetico sutura le incisioni e posiziona una fascia compressiva sul seno. Al termine dell’intervento, la paziente inizierà a svegliarsi e rimarrà sotto osservazione per alcune ore fino a quando non sarà dimessa.

Complicanze della mastoplastica additiva

La complicanza maggiore è la contrattura capsulare, anche se è un fenomeno non frequente grazie alle nuove tecniche chirurgiche e all’elevata qualità delle protesi che vengono attualmente utilizzate. Dopo l’intervento dell’aumento del seno è comunque sempre consigliato eseguire speciali massaggi anti-contrattura e l’applicazione di laser ad ultrasuoni per evitare la formazione di fibrosi eccessiva attorno all’impianto. Un altro rischio, anche questo poco frequente, è la rottura della protesi mammaria.

Dopo l’intervento di mastoplastica additiva

  • Per le prime 48 ore si può avvertire un senso di disagio dovuto al gonfiore del seno e alla compressione dei bendaggi. Due giorni il bendaggio compressivo viene rimosso e sostituito da un reggiseno sportivo.
  • Dopo 7 giorni, i punti vengono rimossi.
  • Durante le prime 2 settimane è opportuno non fare sforzi con le braccia o sollevare pesi.
  • Dopo le prime quattro settimane si può iniziare progressivamente a fare attività fisica. L’aspetto della cicatrice inizia a migliorare e la sensibilità della pelle si normalizza.
  • Primo anno è sempre consigliato un controllo dal chirurgo che ha eseguito lintervento. Inoltre, si raccomandano visite annuali a vita.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *