I rimedi contro le braccia flaccide

È la zona più classica per farsi un bel tatuaggio, quella sempre in primo piano nel farsi un selfie e non parliamo quando si saluta. Le braccia sono una delle più importanti spie di tonicità, ma noi donne ci ricordiamo di loro solo quando assumono la forma di kimono. In America, anche grazie ai muscoli della ex first lady Michelle Obama, c’è grande attenzione su bicipiti e tricipiti, mentre nel nostro Paese le donne sono più concentrate su glutei e cosce, trascurando nell’allenamento la parte alta del corpo. Risultato? Quando si arria a 40 anni il problema esplode, si aggrava e scatta l’SOS rassodante!
Sono numerose le strade per risolvere il problema: dal fai da te, alla medicina estetica passando per trattamenti laser presso centri estetici. La soluzione che proponiamo noi è quella della liposuzione alla braccia.

Braccia flaccide: le 3 cause

Sono essenzialmente 3 le ragioni delle braccia flaccide:

  • I piccoli movimenti quotidiani ai quali le braccia sono sottoposte fanno aumentare il loro volume con la conseguenza di tendere la pelle: negli anni però, la cute inizia ad invecchiare e a non restare più tesa, cedendo un poco alla volta.
  • Accumulo di tessuto adiposo (grasso): nell’universo femminile la porzione superiore delle braccia è una delle zone “preferite” dal grasso. In aggiunta è una tipologia di grasso resistente e complicato da eliminare.
  • Avere cattive abitudini: sono poche le donne che si ricordano di applicare creme idratanti e rassodanti in questa zona del corpo o che eseguono esercizi fisici mirati in maniera costante, peggiorando quindi l’elasticità cutanea.

Liposuzione braccia: tecnica

Quando il problema principale è rappresentato da accumuli adiposi importanti, la soluzione è quella di sottoporsi ad una mini-liposuzione della zona, la quale è in grado di sciogliere e aspirare il grasso in eccesso, restituendo tonicità alle braccia. La decisione di scegliere il percorso chirurgico è sicuramente più invasivo rispetto ad altri trattamenti come fili ristrutturanti, iniezioni rassodanti o trattamenti laser.
La liposuzione avviene in anestesia locale e il chirurgo estetico esegue una serie di piccole fori nell’area inferiore degli arti. Inserisce quindi piccole cannule, collegate a uno specifico aspiratore, capace di aspirare l’adipe in eccesso. Il paziente può tranquillamente tornale alle normali attività nel giro di 3 – 4 giorni. Non bisogna indossare guaine compressive come per la liposuzione alle gambe, ma si deve semplicemente eseguire le medicazioni indicate dal medico. Eventuali ematomi ed ecchimosi residui spariranno dopo pochi giorni.
I risultati ottenuti con la mini liposuzione alle braccia sono abbastanza duraturi, ma con il passare del tempo possono diminuire se non sono supportati da esercizi costanti e applicazioni di creme rassodanti.

Quando la pelle non è sufficientemente elastica

La riduzione del volume delle braccia sarà ottimale se l’elasticità cutanea lo permette. Se ciò non avviene si dovrà prendere in considerazione la possibilità di eseguire un lifting alle braccia. Questo intervento prevede l’asportazione di una parte di tessuto dall’interno delle braccia lasciando però una lunga cicatrice. Nelle situazioni in cui il rilassamento cutaneo risulti lieve o moderato, si può sostituire il lifting classico con il rassodamento micro chirurgico che consiste nell’asportazione di migliaia di micro porzioni di tessuto cutaneo generando una reazione durante la guarigione che porta ad una migliore tonicità cutanea.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *