La chirurgia intima è in grado di correggere problemi funzionali o estetici dell’area genitale femminile. Gli ultimi studi sulla chirurgia plastica dichiarano che la chirurgia intima è tra gli interventi più in rapida crescita. Sembra, quindi, che l’area genitale femminile non sia più un tabù e sempre più donne vogliono “sistemare” quest’area del loro corpo, ringiovanendola e correggendo le imperfezioni con aria più giovanile o imperfezioni corrette.

Il passare del tempo, le gravidanze e persino la genetica, sono la causa dei problemi nei genitali femminili. Si possono verificare in donne giovani e mature causando disagio nelle semplici attività quotidiane come la pratica di sport, indossare abiti aderenti oppure nell’atto sessuale.

Intervento di chirurgia intima

  • Migliora l’aspetto vaginale
  • Correggere i difetti estetici
  • Correzione di difetti congeniti
  • Per alleviare gli effetti dell’invecchiamento in quest’area del corpo
  • Migliora i rapporti sessuali e l’autostima

La paziente può risolvere problemi intimi sia attraverso la chirurgia estetica o mediante procedure minimamente invasive. Di seguito, ne descriviamo alcuni.

Labioplastica

La labioplastica consiste nel ricostruire le grandi e piccole labbra vaginali in modo che recuperino una migliore estetica. È un intervento che può essere eseguito con anestesia locale e sedazione e in cui vi è una riduzione delle strutture anatomiche senza alcuna alterazione della sensibilità. I risultati sono definitivi in ​​un singolo intervento e il recupero è rapido e non richiede il ricovero in ospedale.

Aumento piccole labbra

Consiste nell’aumentare la dimensione delle labbra tramite l’infiltrazione di acido ialuronico o con adipe mediante la procedura di liposuzione da un’altra area del corpo.

Ringiovanimento vaginale

Il ringiovanimento vaginale corregge il lassismo o la mancanza di tonicità di quest’area a causa del parto o del passare del tempo. In anestesia generale il chirurgo riesce a ricostituire i muscoli vaginali o restringere il canale vaginale. Il ringiovanimento vaginale può essere effettuato anche tramite laser. È un metodo sicuro ed efficace per trattare cedimenti e rigidità dell’area che causano la perdita di forma strutturale. Il laser a CO2 frazionato applicato alle pareti della vagina produce un effetto termico che colpisce i tessuti, aumentando lo spessore, l’idratazione e la produzione di collagene nelle cellule. Quasi immediatamente ci sarà un aumento dell’elasticità e della tensione di queste strutture e un recupero della funzione vaginale in modo integrale. Viene utilizzato per:

  • Riduce il diametro della vagina
  • Ricostituisce il ph vaginale
  • Recupera il tono e la lubrificazione della vagina
  • Restituisce il controllo della sensibilità vaginale
  • Riposizionare l’uretra per prevenire la perdita di urina

Un intervento minimamente invasivo che si svolge in 2-3 sessioni di circa 20 minuti. Difficilmente è doloroso ed è molto semplice. Richiede solo di astenersi dai rapporti sessuali ed evitare esercizi fisici molto intensi per alcuni giorni.

Trattamenti di medicina estetica intima non invasiva

Ci sono anche altri trattamenti non invasivi che aiuteranno a migliorare l’area intima, oltre a ringiovanirla:

  • Liposuzione del Monte di Venere
  • Sbiancamento genitale
  • Imenonoplastica
  • Plasma ricco di piastrine (PRP)

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *